Menu Chiudi

Bonus fotovoltaico 2023 a chi spetta e come fare la domanda? Tutte le info

Bonus fotovoltaico 2023
CONDIVIDI SU:

Finalmente è possibile richiedere il bonus fotovoltaico 2023, quali sono i requisiti per ottenerlo e chi può fare domanda? Ecco tutto quello che c’è da sapere su questo bonus per abbattere i costi dell’energia elettrica con una soluzione green!

 

In cosa consiste il bonus fotovoltaico 2023?

Il nuovo bonus fotovoltaico 2023, introdotto nella Legge di Bilancio 2022, consiste in un credito d’imposta che viene riconosciuto per i costi sostenuti per le batterie di accumulo collegate ad un impianto fotovoltaico nuovo o già esistente.

Il riconoscimento del credito d’imposta verrà effettuato nella dichiarazione dei redditi del 2023, se verrà fatta entro il mese di marzo. Il contributo comprende i costi affrontati per le batterie di accumulo per l’impianto fotovoltaico.



Nello specifico, sono dei dispositivi progettati per accumulare l’energia prodotta dall’impianto per poterla poi usare quando è necessario. Ad esempio, la si può utilizzare la sera, quando non vi è produzione da parte dei pannelli.

Il bonus si propone di incentivare i cittadini ad usare alternative valide all’energia elettrica, visti i recenti rincari, e da diventarne meno dipendenti.

Bonus fotovoltaico 2023
foto: © stock.adobe

 

Il bonus a quanto ammonta

Per finanziare il bonus fotovoltaico 2023 sono stati stanziati 3 milioni di euro nella Legge Di Bilancio 2022. Il fondo è destinato ad essere utilizzato fino ad esaurimento, per questo l’importo che spetterà ad ogni richiedente sarà relativo alla quantità di domande presentata.

L’Agenzia delle entrate, entro il 10 aprile 2023, stabilirà l’importo spettante ad ogni richiedente in base domande pervenute. Potrebbe accadere che, se l’importo complessivo delle domande sarà inferiori a tre milioni di euro, il rimborso potrebbe raggiungere anche il 100 per cento dei costi sostenuti dai richiedenti.

 

A chi spetta il bonus

Il bonus spetta alle persone fisiche che hanno acquistato e installato i sistemi di accumulo nel 2022. E’ ammessa la spesa sia per nuovi impianti che per impianti già esistenti.

Possono richiedere il bonus anche coloro che beneficiano degli incentivi per lo scambio sul posto. La misura rientra tra quelle concesse per incentivare alla riqualificazione energetica degli immobili.

Proprio per questo la misura non pone differenza fra impianti nuovi o esistenti da tempo, ma per ottenere il bonus è fondamentale che l’acquisto delle batterie di accumulo sia stato fatto nel 2022.

Il bonus viene concesso a prescindere dal tipo di accumulatore acquistato. Quindi, nella misura rientrano sia le vecchie batterie al piombo che le nuove batterie al litio.

Qualunque sia il tipo di batteria scelto, l’importante è che vengano usate per immagazzinare l’energia in eccesso che produce l’impianto e non consumata nell’immediato.

 

Come fare domanda

Per presentare la domanda ci sono due modalità:

  • On line, con lo Spid per accedere,utilizzando l’area apposita dedicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate
  • Affidandosi ad un CAF
  • Rivolgendosi ad un commercialista

E’ possibile presentare la domanda nella dichiarazione dei redditi del 2023, tra il 1° e il 30 marzo, per i costi affrontati nel 2022.

A questo punto avete a disposizione tutte le informazioni sul bonus fotovoltaico 2023!

 


Guarda anche >

CONDIVIDI SU:

RITROVACI SUI SOCIAL


Ti potrebbe piacere:







Idee da non perdere...