Menu Chiudi

Ecco 5 piante da tenere in casa capaci di purificare l’aria e assorbire umidità

piante da tenere in casa capaci di purificare l'aria e assorbire umidità
CONDIVIDI SU:

La stagione invernale sta per cominciare e il problema dell’umidità in molte case persiste tutto l’anno. È una condizione che si manifesta soprattutto in inverno. Tuttavia, è costante nelle strutture con difetti strutturali e provoca la crescita di muffa sulle pareti. Gli inquilini che vivono in case costantemente umide possono avere gravi problemi di salute. I deumidificatori possono essere utilizzati come misura palliativa quando il problema è già presente. Per arginare il problema si possono invece utilizzare alcune piante che assorbono l’umidità, come quelle elencate di seguito.

 

Alcune piante funzionano come deumidificatori naturali, impedendo la crescita delle spore fungine che causano la formazione di muffe sui muri. Queste spore sono le più pericolose per la salute umana perché contengono micotossine che possono fluttuare nell’aria ed essere inalate. Pertanto, è necessario eliminare l’umidità per bloccare la crescita della muffa, che rappresenta la principale minaccia per la salute umana.

 



I rischi della muffa per la salute

Come già detto in precedenza, le spore fungine fluttuano nell’aria pur non essendo rilevabili dall’occhio umano. È più probabile che si verifichino i seguenti problemi in un appartamento in cui questi luoghi irritanti sono più diffusi:

  • problemi respiratori;
  • allergie della pelle;
  • reumatismi;
  • dolori ossei;

 

Reumatismi e dolori ossei, questi ultimi due problemi, sono più frequentemente causati dal vapore acqueo dell’aria indotto dall’umidità che dalla muffa. L’aria della casa deve essere asciugata per bloccare questo fenomeno e mantenere l’integrità strutturale e la salute dell’appartamento (ma non troppo). Il rischio che gli inquilini inalino le spore dei funghi verrebbe eliminato eliminando le particelle di vapore acqueo presenti nell’aria che altrimenti potrebbero accumularsi sulle pareti.

A tal fine si possono utilizzare piante antiumidità, adatte a questo uso e in grado di asciugare l’aria. Possono assorbire l’umidità dell’aria, purificarla e asciugare le pareti domestiche grazie alle loro foglie e al loro terreno. Tuttavia, possiamo dirvi che attirano più di quanto possano emettere. Quando sono idratate, producono ulteriori particelle d’acqua nell’aria. In realtà, rappresentano il mix ideale per un ambiente sicuro e privo di rischi.

 

5 piante da tenere in casa capaci di purificare l’aria e assorbire umidità

Soprattutto in caso di problemi di umidità, la pianta giusta nella posizione giusta può spesso fare la differenza. Alcune piante possono agire come essiccatori naturali dell’aria, attingendo naturalmente acqua dall’ambiente circostante oltre che dalle radici. L’assorbimento fogliare della pianta è la chiave della soluzione. Gli stomi presenti sulle foglie permettono di assorbire rugiada, nebbia o altri tipi di particelle d’acqua vaporose.

Vorremmo sottolineare che l’aggiunta di qualche bella pianta in casa, magari vicino a pareti umide, non eliminerà completamente il problema dell’umidità. Questo problema continuerà se l’edificio ha problemi strutturali che ne rendono possibile l’esistenza. Tuttavia, è possibile prevenire notevolmente la formazione di muffa mettendo queste piante in casa e dando loro una frequente ventilazione aprendo le finestre. Vediamo quali sono le piante antiumidità da interno che puliscono l’aria.

 

Edera comune

foto: © stock.adobe

Molti possiedono l’edera, una delle piante rampicanti più popolari, ma relativamente pochi sono consapevoli delle sue capacità di assorbire l’umidità. Inoltre, ha una notevole capacità di raccogliere e liberarsi delle spore di muffa presenti nell’aria. Pertanto, se appesa al soffitto, impedisce la formazione di quelle fastidiose macchie.

 

Orchidea che protegge il soffitto dall’umidità

foto: © stock.adobe

Oltre a essere delle belle piante che danno un tocco di colore al vostro appartamento, sono in grado di assorbire l’umidità. Funzionano perfettamente in bagno, dove si forma spesso la condensa, attirando le particelle di vapore acqueo nell’aria. Consigliamo di collocarle anche in cucina, dove la condensa è un problema costante.

 

Peristeria elata (orchidea colomba)

foto: © stock.adobe

Fogliame verde brillante e fiori bianchi caratterizzano questa pianta. Da un lato, fa un ottimo lavoro di assorbimento dell’umidità, ma dall’altro ha bisogno di annaffiature frequenti perché preferisce un terreno umido. Sebbene le particelle di vapore acqueo provenienti dal terreno umido possano svilupparsi nell’aria, il peristero è in grado di assorbirne molto di più. Inoltre, pulisce l’aria dalle sostanze inquinanti prodotte dagli oggetti di uso comune.

 

Sansevieria

Sansevieria, pianta assorbi umidità

Questa pianta, detta anche “lingua di suocera”, è molto consigliata per le case estremamente umide, poiché emette ossigeno e assorbe l’umidità. Ha la capacità di assorbire il vapore acqueo interno attraverso le foglie. Poiché funziona molto bene quando facciamo la doccia, è consigliata anche per l’uso in bagno. Inoltre, pulisce l’aria di casa dal cosiddetto inquinamento domestico, come vapori, fumi chimici, fumo di sigaretta e altri inquinanti.


Vedi anche > Ecco la pianta da interno che potrebbe risolvere il problema di umidità in casa

 

Calatea

Calatea, pianta antiumidità
foto: © stock.adobe

Originaria dell’America tropicale, dove i livelli di umidità sono piuttosto elevati, è la pianta della Calatea. Si è evoluta geneticamente per sopravvivere in ambienti con queste caratteristiche. Per sopravvivere ha bisogno di molta meno acqua di quanta ne assorba attraverso le foglie. Se collocate questa pianta nelle zone più umide della vostra casa, otterrete effetti sorprendenti.

 

Guarda il video: 9 piante che depurano l’aria di casa

 


Vedi anche > Piante mangia smog da balcone: ecco quali sono le più efficaci

CONDIVIDI SU:

RITROVACI SUI SOCIAL


Ti potrebbe piacere:







Idee da non perdere...