Menu Chiudi

Come coltivare piante da frutta in balcone? Ecco alcune valutazioni per iniziare

come coltivare piante da frutta in balcone.
CONDIVIDI SU:

Come coltivare piante da frutta in balcone: avere piante da frutta è una tendenza che negli ultimi anni ha preso un po’ la mano a tutti. Fino a non molto tempo fa si credeva che, per poter coltivare alberi da frutta occorresse avere un grande giardino.

 

Come coltivare piante da frutta in balcone: alcune valutazioni per iniziare

La mania dell’orto fuori casa è probabilmente frutto di una crescente attenzione nei confronti di ciò che si mangia. Poter avere la certezza di ciò che si mangia, innanzitutto offre la possibilità di mangiare solo prodotti completamente naturali, inoltre permette un notevole risparmio.

Ma si fa presto a voler coltivare un albero da frutto, un po’ meno a comprendere come occorre prendersene cura. Non si tratta di una piccola piantina, ma in alcuni casi, di un albero imponente.



Ovvio dunque, che prima di comprare un albero da frutta occorre studiare l’ambiente e comprendere se ha bisogno di particolari attenzioni è estremamente importante. L’albero che si sceglierà deve poter vivere nel proprio ambiente.

Come coltivare piante da frutta in balcone.
foto: casaegiardino.it

 

Oggi è chiaro che sono molte le piante che riescono a dare degli ottimi prodotti anche se posizionate in giardino. Anzi a dire il vero, sembra che la coltivazione in balcone sia anche piuttosto semplice, anche per la gestione della pianta stessa durante i mesi più freddi.

E poi? Poi il devi scegliere il vaso che nel caso dell’albero da frutta deve essere molto capiente. In linea generale la larghezza di un vaso per l’albero da frutta deve essere di 50/100 cm.

Inoltre il vaso deve essere abbastanza pesante, per evitare che il vento possa far cadere la pianta e quindi i frutti nati sulle sue fronde. La scelta migliore? Sicuramente un vaso in: resina, ceramica, terracotta o pietra.

Per gli alberi da frutta, niente vaso in plastica.

 

Le migliori piante da mettere sul balcone: il pesco

Ma veniamo al dunque, quali sono le piante da frutta migliori da coltivare sul balcone della propria abitazione? Ce ne sono alcune che sembrano essere di semplice coltivazione e molto resistenti.

Innanzitutto il pesco, una pianta che si adatta in maniera perfetta alla coltivazione in vaso. Un albero di piccole dimensioni auto-fertile, che non ha alcun bisogno di essere impollinata.

Il pesco può essere una pianta mini, ma può arrivare ad avere un’altezza di 2 metri. Di cosa ha bisogno? Di una fonte di luce diretta e di essere posta al riparo dal vento.

foto: balconygardenweb.com

 

Il melograno

Altra pianța che trova posto in balcone è il melograno che oltre ad offrire dei frutti molto buoni e versatili per il loro utilizzo in cucina, offre anche una bellissima fioritura, accendendo il balcone di colore. Anche il melograno è una pianta di piccole dimensioni e per questo adatta alla coltivazione in balcone.

foto: inorto.org

 

Vedi anche: Come coltivare l’avocado in vaso – i nostri consigli per farlo in maniera ottimale

 

Il melo

Abbiamo poi il melo, che in effetti potrebbe anche arrivare a un’altezza di 3 metri, ma alcune piante restano di piccole dimensioni. Il melo viene impollinato dalle api e proprio per questo aiuta nella sopravvivenza di questi animali che sono in via di estinzione.


foto: thriftyfun.com

 

Il ciliegio

Ultima tra le piante che potremmo consigliarvi è il ciliegio che ha bisogno di poca umidità e un clima mite. Una pianta che resiste alle stagioni fredde, ma è in affanno durante le stagioni calde.

Cosa occorre per la sua crescita? Un terriccio che si compone di concime, letame misto a sabbia o argilla.

foto:balconygardenweb.com

 

Guarda anche: Un albero con 40 diversi tipi di frutta? Esiste ed è meraviglioso

CONDIVIDI SU:

RITROVACI SUI SOCIAL


Ti potrebbe piacere:







Idee da non perdere...