Menu Chiudi

Come ottenere molte piantine di Albero di Giada da un singolo rametto: scopriamolo qui

Come ottenere molte piantine di Albero di Giada da un singolo rametto.
CONDIVIDI SU:

L’Albero di Giada noto anche come Crapula Ovata è una pianta grassa che può essere coltivata sia all’interno che all’esterno. Bellissime le sue foglie di piccole dimensioni rotonde e doppie dal colore verde scuro.

 

Come avere piantine di Albero di Giada da un ramo

Una pianta molto resistente che può avere diverse dimensioni. In alcuni casi è molto piccola, in altri invece è molto grande, ma deve essere tenuta in ampi vasi.

Quello che in molti non sanno è che è sufficiente un piccolo rametto per moltiplicare la pianta quasi all’infinito. Scopriamo come.

Come ottenere molte piantine di Albero di Giada da un singolo rametto.



 

La scelta del ramo

Il primo passo da compiere è scegliere un rametto dalla pianta principale che dovrà essere matura e in salute. Quindi si procede scegliendo uno stelo e recidendolo con l’aiuto di cesoie da giardino.

La talea che si andrà a ricavarne dovrà essere lunga circa 10 cm, provvista di giunture per le foglie da cui lo stelo poi produrre le nuove foglie. Il taglio che si va a praticare deve avere il tempo di asciugarsi.

Una procedura indispensabile se si vuole che la pianta cresca priva di infezioni e di problematiche. Quindi si pone lo stelo all’aria aperta per qualche giorno, giusto il tempo di rimarginarsi.

 

Il terriccio giusto

Per interrare il rametto e avere la certezza di ottimi risultati è importante scegliere prima il terriccio giusto. Occorre un terreno che sia adatto alle piante grasse, altrimenti le nuove radici avranno difficoltà nel formarsi e nel crescere.

Si consiglia di utilizzare un misto di torba, sabbia, compost e perlite. L’alternativa è prendere del terreno per succulente già pronto al vivaio.

Ciò che risulta essere importante è avere un terreno che sia molto drenante e che non trattenga troppo acqua. In effetti per il buon sviluppo della pianta è importante evitare i ristagni.

Scelto il terriccio si può inserire all’interno di un vaso di piccole dimensioni, si procede con un piccolo buco al centro del terreno per poter inserire la talea. Fare in modo che questa rimanga ben dritta. Il terreno non deve essere bagnato ma soltanto umido. Questo assicurerà benessere alla nuova piantina.

 

Come prendersi cura della nuova piantina

Pochi giorni per permettere al rametto di veder sbucare le nuove radici da cui prenderà nutrimento. Affinché tale processo avvenga rapidamente occorre prendersi cura della nuova piantina.

Quindi posizionare il vaso in un luogo dove non sia esposto alla luce diretta del sole. Che si decida di tenere il ramo all’esterno o all’interno della casa non ha molta importanza.

Ciò che è davvero importante è che la temperatura a cui viene esposto non sia inferiore ai 15 gradi ma neanche superiore ai 24 gradi. Perché quella che le piante grasse possono esser esposte alla luce solare e al caldo senza alcun problema, è solo una legenda.


Saranno sufficienti poche settimane per veder sbucare le radici e in quel momento il nuovo Albero di Giada sarà pronto per diventare grande. Dopo poco tempo si può decidere di spostarla in un nuovo vaso un po’ più grande, senza esagerare con le dimensioni.


foto: © stock.adobe

 

Guarda anche: Decorare la terrazza con le piante succulente: ecco 10 specie da conoscere

CONDIVIDI SU:

Segui ideadesigncasa.org su


Ti potrebbe piacere:

Idee da non perdere...