Menu Chiudi

Innaffiare le piante: ecco i 10 errori da non commettere mai

Innaffiare le piante, errori da non commettere.
CONDIVIDI SU:

Anche se sembra un’operazione semplice da svolgere, in realtà innaffiare le piante richiede particolari accorgimenti. Ecco allora quali sono i 10 errori che non devi mai fare quando annaffi le piante!

 

Innaffiare le piante: ecco i 10 errori da non commettere mai

1. Innaffiare con frequenza regolare

L’innaffiatura regolare delle piante è un errore abbastanza comune, che tutti fanno convinti che debbano essere bagnate con una cadenza precisa. Invece non è così, infatti le piante hanno bisogno di una quantità di acqua diversa a seconda della stagione e della luce che ricevono. Per comprendere quando hanno bisogno di acqua è consigliabile controllare il terriccio.

 

2. Innaffiare quando è già bagnato

Fra una innaffiatura e l’altra la terra delle piante deve essere piuttosto asciutta. Si tratta di una regola fondamentale da osservare per evitare che il terriccio sia troppo bagnato e che le radici possano marcire a causa dell’eccessiva umidità. Se la terra è bagnata attendere che si asciughi.



 

3. Irrigare poco e spesso

Un altro errore comune è innaffiare poco e spesso le piante. Per regolarsi, invece, è opportuno capire se la pianta ha bisogno di acqua. Un trucco per capirlo è infilare una bacchetta di legno nella terra.

Innaffiare le piante, ecco i 10 errori da non commettere mai.

 

4. Bagnare troppo rapidamente

Mai innaffiare le piante in modo veloce, perché la terra ha bisogno di tempo per assorbire al meglio l’acqua, in modo particolare quando è asciutta. La soluzione ideale è innaffiare lentamente e immettere l’acqua senza fretta.

 

5. Non svuotare l’acqua del sottovaso

Svuotare il sottovaso è un’operazione assolutamente da fare per evitare che le radici marciscano. L’acqua in eccesso, infatti, non fa bene alle piante, e se non viene rimossa si danneggiano irrimediabilmente.

 

6. Ristagno di acqua sulle foglie

Bagnare le foglie durante l’irrigazione delle piante è un fatto del tutto normale, ma quello che invece bisogna evitare è il ristagno dell’acqua su di esse, che può causare infezioni batteriche. Se le piante sono fuori il problema non si pone perché asciugano all’aria, ma se sono dentro evitare di bagnare le foglie.

 

7. Irrigare dove non ci sono le radici

Capita spesso di irrigare dove non ci sono radici, soprattutto quando queste non sono ben distribuite all’interno del vaso. Accertarsi quindi che l’acqua arriva alla terra e alle radici, altrimenti, se la piantina è più piccola rispetto al vaso, rinvasarla in un contenitore della misura giusta.


 

8. Utilizzare acqua troppo fredda

Non usare mai acqua fredda per irrigare le piante. La temperatura ambiente è quella ideale per innaffiarle senza causare danni. Allo stesso modo, anche l’acqua calda non va bene, perché rischia di bruciare le radici.

 

9. Innaffiare nelle ore più calde

Mai bagnare le piante quando fa molto caldo, soprattutto in estate nel primo pomeriggio. Il momento migliore per innaffiare le piante è al mattino presto, oppure la sera tardi, o addirittura la notte. Le radici hanno così il tempo di idratarsi e di stare lontano dagli sbalzi termici di calore.

 

10. Dimenticarsi di innaffiare le piante

In realtà dimenticarsi di innaffiare le piante è un errore abbastanza raro, visto che la maggior parte degli errori riguardano l’uso dell’acqua in eccesso. Tuttavia, può capitare, ma è comunque meglio evitarlo.

foto: © stock.adobe


Guarda anche > Un balcone fiorito in estate: ecco le piante da sole e da ombra

CONDIVIDI SU:

Segui ideadesigncasa.org su


Seguici su Facebook



Ti potrebbe piacere:

Idee da non perdere...