Menu Chiudi
Posted in Fai da te, Organizzazione

La crema fai da te per eliminare muffa da pareti e piastrelle

CONDIVIDI SU:

Non è inusuale che in casa si formi la muffa e che questa colpisca le piastrelle e le pareti. La proliferazione della muffa non è solo antiestetica ma, a lungo andare, può anche provocare danni alla salute. Per questo bisogna subito eliminarla.

 

Che cosa è la muffa e come si previene

La muffa un fungo pluricellulare che prolifera negli ambienti umidi o dove vi siano infiltrazioni d’acqua che provengano dai balconi o dai terrazzi. Le spore della muffa si dispendono nell’aria e si fermano sulle superfici, formando delle macchie nere (la tipologia più diffusa) che infestano piastrelle e pareti. La muffa degrada i muri, li corrode, sfaldando l’intonaco e rende gli ambienti poco salubri. Inoltre può generare anche irritazioni e allergie difficili da debellare.


La muffa può essere prevenuta arieggiando le stanze spesso, anche in inverno, ma altresì osservando alcune accortezze come non asciugare la biancheria in casa o magari tenere in funzione l’aspiratore in bagno quando ci si fa la doccia, in modo che aspiri tutto il vapore.

Anche quando si cucina è sempre consigliabile tenere aperta la cappa e anche le finestre. Inoltre, è bene procurarsi un deumidificatore da collocare nelle stanze più umide. Quando si posizionano i mobili in una stanza, è consigliabile metterli un po’ distanti dalle pareti per permette all’aria di circolare. In tal modo, si evita la formazione della condensa che poi causa le muffe.

 

La crema antimuffa fai da te per togliere la muffa da pareti e piastrelle

crema antimuffa fai da te per togliere la muffa da pareti e piastrelle
© stock.adobe

 

Per eliminare in maniera naturale la muffa dalle piastrelle e dalle pareti, si può utilizzare una crema “fai da te” davvero assai efficace per la cui preparazione si ha bisogno di ingredienti piuttosto facili da reperire e cioè: aceto bianco, 20 gocce di tea tree oil, 200 grammi di sale fino e 4 cucchiai di acqua ossigenata a 50 volumi. Il sale secca le spore e le gratta via naturalmente, l’acqua ossigenata sbianca la macchia e il tea tree oil ha proprietà antifungine e previene la formazione di nuove muffe.

Dopo aver creato il composto, bisogna mettere il sale dentro un contenitore e bagnarlo con l’aceto bianco. Poi si aggiunge l’acqua ossigenata e il tea tree oil e si mescola il tutto fino a quando non si ottiene una crema. Per applicare la crema, è necessario indossare dei guanti e una mascherina, per non respirare le esalazioni ed evitare arrossamenti agli occhi.

La crema va applicata con una spugna e tamponata sopra la piastrella o la parte di parete dove vi sia la muffa, senza mai grattare, altrimenti le spore finiscono nell’aria, rendendola insalubre. La crema deve agire sulla parte per circa mezz’ora.

Passati i 30 minuti, si può strofinare con una spugna abrasiva o un vecchio spazzolino e solo alla fine si è pronti per il risciacquo. Durante l’applicazione della crema e anche dopo, è meglio tenere le finestre aperte così da arieggiare per bene.

 

Lo spray antimuffa fai da te

In alternativa alla crema, si può optare per uno spray antimuffa da preparare sempre a casa con pochi, semplici ingredienti. Basta creare una soluzione fatta con mezzo litro di acqua, 2 cucchiai di sale fino, 3 di bicarbonato di sodio e 2 di acqua ossigenata a tre volumi.

Tutti questi ingredienti vanno messi insieme in uno spruzzino e agitati bene. Tale spray è innocuo e li si può spruzzare ovunque si presentino muffe. L’asciugatura finale deve sempre essere ottimale per evitare ristagni di umidità.

 


Altre soluzioni fai da te per eliminare la muffa

Per eliminare la muffa dalle pareti o dalle piastrelle, esistono anche altri metodi “fai da te” facilmente applicabili, con tanti ingredienti naturali che si hanno in casa o che si reperiscono facilmente.

Vediamo quali sono e come adoperarli.

  • Con l’ammoniaca ci si libera delle muffe dai muri in maniera definitiva, basta creare una soluzione di 50% di acqua e 50% di ammoniaca da versare su di un panno che va poi passato sulla macchia di muffa. Quindi bisogna strofinare e poi risciacquare la parte trattata. Durante l’operazione è meglio indossare guanti e mascherina per evitare di inalare il prodotto e irritare la pelle.
  • Anche la candeggina elimina la muffa ed è forse uno dei metodi più adoperati anche se poco ecologico. Si usa una spugna imbevuta di acqua fredda e candeggina che poi va passata sulla muffa da trattare. Oppure, si può spruzzare la soluzione di acqua e candeggina direttamente sul muro per poi pulire con un panno.
  • La polvere di borace stacca e rimuove la muffa, disinfettando l’area. Si può usare una soluzione realizzata con 2 tazze di acqua calda e 1/2 tazza di borace. Poi con una spugna imbevuta di tale composto si tratta la parte ammuffita. Infine si risciacqua e si lascia asciugare.
  • Con una soluzione fatta con 1 litro d’acqua e 1 tazza di cristalli di soda, si pulisce la muffa da pareti e piastrelle, aiutandosi con una spugna. Il risciacquo e l’asciugatura sono le due operazioni finali.

Guarda anche: La pittura di sale che previene la muffa e purifica l’aria

CONDIVIDI SU:


Segui ideadesigncasa.org su