Menu Chiudi

Come dare acqua alle piante quando si va in vacanza? Ecco 5 modi efficaci

Come dare acqua alle piante quando si va in vacanza.
CONDIVIDI SU:

Una delle cose da organizzare quando si va in vacanza è il sistema per innaffiare le piante di casa. Se non abbiamo vicini, parenti, amici a cui chiedere, ci sono delle soluzioni che permettono di risolvere questo problema nel miglior modo possibile.

 

Come irrigare le piante quando non siamo a casa?

Quando dobbiamo partire per le vacanze, tra le tante cose alle quali dobbiamo pensare, non deve passare in secondo piano l’organizzazione delle piante e del modo in cui innaffiarle.

Se non sapete come fare, siamo qui per voi. Abbiamo selezionato i metodi più efficaci per far sì che le piante resistano durante la vostra assenza.

 



Come dare acqua alle piante quando si va in vacanza? Ecco 5 modi efficaci

Innanzitutto, occorre bagnare bene il terriccio prima di partire e, se le piante sono in vaso, vi conviene spostarle dove c’è meno sole e più ombra, facendo in modo che non siano al buio. Inoltre, potete mettere una bacinella accanto al vaso in modo che, quando l’acqua evapora, crei un microclima umido.

Poi, uno dei metodi più conosciuti è quello di utilizzare le bottiglie, ma come innaffiare le piante con una bottiglia di plastica?

 

Bottiglie rovesciate

La prima soluzione prevede l’utilizzo di bottiglie rovesciate, riempite d’acqua e fissate al terreno in modo stabile. Sul tappo si può fare un foro con una spilla o inserire un gocciolatore con innesto, appositamente creato per le bottiglie di plastica.

foto: cadomalo.com

 

La bottiglie interrata

La seconda soluzione prevede, invece, l’utilizzo di bottiglie interrate. Vi basterà fare due fori né troppo grandi né troppo piccoli sul fondo di ogni bottiglia, in modo che siano svuotate lentamente.

foto: © La Huerta de Iván – YouTube

 

La fibra sintetica

Un’altra soluzione è quella di utilizzare un materiale innovativo esistente sul mercato che consiste in fibra sintetica. Questo è realizzato appositamente per trattenere una riserva idrica superiore di circa 13 volte al proprio peso. Tale materiale trattiene l’acqua, la libera in modo graduale sul terreno ed è perfetto per idratare la piante a lungo.

foto: Amazon

 

Annaffiare con un filo

Avete mai pensato di annaffiare le piante con un filo di cotone o nylon? Sì, avete letto bene. Si tratta di un metodo molto efficace per quando dobbiamo partire. L’importante è utilizzare un filo che non sia troppo sottile o intrecciare più fili insieme. Dopo di ciò, dovete immergere un’estremità del filo nel contenitore che non sia troppo più grande della pianta e l’altra estremità interrata per 6-7 cm.

foto: greenstyle.it

 

Sistema di irrigazione automatico per il giardino

Infine, un metodo molto valido è quello che prevede l’installazione di un sistema di irrigazione automatico. In questo modo, potrete impostare con un timer quante volte al giorno, in quali orari e per quanto tempo irrigare, in base alla tipologia di piante. Questo sistema è perfetto soprattutto in caso di assenze molto lunghe da casa.

foto: © stock.adobe

 

Dopo aver letto questi metodi, riuscirete ad affrontare la vacanza con uno spirito diverso, perché saprete che le vostre piante saranno al sicuro. Dovete solo scegliere il metodo che preferite e metterlo in pratica.


Guarda anche: Ecco le piante che vi aiuteranno a tenere lontane le formiche da casa


CONDIVIDI SU:

Segui ideadesigncasa.org su


Seguici su Facebook



Ti potrebbe piacere:

Idee da non perdere...