Menu Chiudi

Categoria | Bagno

Le piante per il bagno che assorbono l’umidità: ecco 10 varietà

umidità
CONDIVIDI SU:


Le piante sono sempre belle in casa, rendono l’ambiente piacevolmente fresco, regalano un tocco di verde e lo rendono salubre. Anche in bagno sono l’ideale perché assorbono l’umidità. Ovviamente, esistono tipologie di piante che più di altre sono indicate allo scopo e che al contempo regalano un bell’effetto scenografico.

 

10 piante che assorbono l’umidità in bagno


Le piante sono belle da vedere in tutta casa, perché regalano angoli verdi nei posti più inaspettati e rendono salubre l’aria. Le si piò collocare in salotto, in camera da letto, in soggiorno e anche in bagno, luogo nel quale assorbono l’umidità e diventano anche un ottimo complemento d’arredo, indipendentemente dalle dimensioni del bagno. Le piante in bagno inoltre rendono anche più salubre l’aria perché rilasciano ossigeno, puliscono l’atmosfera dai cattivi odori e dall’anidride carbonica. Dato che il bagno è la stanza di casa dove vi è più umidità, alcune piante più di altre si adattano alla funzione di assorbire quest’ultima.

Dopo la doccia, l’aria diverta carica d’acqua ma subito dopo, specialmente durante la notte, in inverno, la temperatura può di colpo abbassarsi. Ecco perché non tutte le piante possono sopportare questi sbalzi improvvisi di temperatura e ve ne sono alcune più indicate di altre.

L’altro elemento da considerare è la luce. I bagni ciechi e molto piccoli, devono essere arredate con piante che sopportino tali condizioni o magari si può ovviare all’inconveniente della mancanza di luce diretta, usando lampadine fluorescenti le quali emettono radiazioni luminose che fanno bene alle piante. Ogni bagno è diverso dall’altro ma tutti possono essere arredati con le piante giuste, basta solo osservare alcuni accorgimenti!

Venite a scoprire quali piante assorbono l’umidità in bagno.


Guarda anche: 5 piante che assorbono umidità da tenere in casa



 

Piante per il bagno assorbi umidità: BAMBÙ

Le piante per il bagno che assorbono l'umidità
© stock.adobe

 

Il Bambù è la pianta ideale per il bagno soprattutto se è cieco, dunque poco illuminato. Meglio sceglierlo che cresce poco così non deve essere rinvasato troppo spesso.

Le sue radici devono essere sempre immerse nell’acqua, in un contenitore dove vi siamo anche dei ciottoli. L’acqua va cambiata una volta alla settimana.


 

Piante per il bagno assorbi umidità: ALOE VERA

© stock.adobe

 

L’Aloe vera non desidera troppa luce, dunque è perfetta per i bagni che siano o ciechi oppure dove non arrivi la luce diretta, che potrebbe bruciarne le foglie. L’aloe vera può estendersi molti in verticale, per cui in bagno è consigliabile tenere una piantina piccola e spostarla nel momento in cui si espande troppo.

Questa è una pianta che non necessita di molta acqua e le sue foglie sono ottime per preparare creme per scottature e ustioni e persino per fare del dentifricio fatto in casa.


 

Piante per il bagno assorbi umidità: ASPIDISTRA

© stock.adobe

 

L’Aspidistra viene chiamata la “pianta di piombo” perché non muore praticamente mai, non necessita di grosse cure e cresce anche dove vi sia poca luce. Deve essere posizionata in un luogo dove la luce non arrivi in maniera diretta e lei crescer in maniera lussureggiante.


Assorbe tanta umidità e decora con raffinatezza, dunque in bagno è perfetta.

 

 

Piante per il bagno assorbi umidità: BEGONIA

© stock.adobe

 

La Begonia che attira molta umidità e sa crescere in ambienti dove la luce sia scarsa o comunque indiretta. La Begonia è non solo utile ma anche ornamentale perché è colorata e molto bella.


Inoltre è una delle 10 piante approvate dalla NASA tra quelle che purificano l’aria. Dunque per il bagno è davvero perfetta!

 

 

Piante per il bagno assorbi umidità: AGLAONEMA

© stock.adobe

 

L’Aglaonema, ama gli ambienti umidi e sa sopravvivere anche se le si da poca acqua; in ogni caso è meglio innaffiarla con una certa regolarità. Dunque, non solo è perfetta in bagno ma è consigliabile anche a chi non abbia poco tempo per occuparsi delle piante.

Ama la luce indiretta, poiché quella diretta potrebbe bruciarne le foglie e non sopporta gli ambienti freddi e le correnti d’aria.

 

Piante per il bagno assorbi umidità: FELCI

© stock.adobe

 


La Felce è una pianta che non teme gli sbalzi di temperatura, dunque nel bagno è davvero perfetta. Ama l’umidità e vuole una luce non troppo intensa. Un ambiente troppo secco non le gioverebbe.

Se il bagno diventa infatti toppo asciutto, le foglie vanno nebulizzate con dell’acqua a temperatura ambiente, poco calcarea.

 

Piante per il bagno assorbi umidità: ORCHIDEE

© stock.adobe

 

L’Orchidea è la pianta ideale per un bagno che non sia troppo freddo ma ha bisogno di luce, dunque va posizionata in un bagno luminoso dove però vi sia un tasso di umidità che sia adatto alla sua crescita e fioritura che è davvero preziosa.

L’Orchidea non ama la luce diretta, che può nuocerle.


 

 

Piante per il bagno assorbi umidità: FILODENDRO

© stock.adobe

 

Il Filodendro ama l’umidità perché è una pianta tropicale, ed ama la luce dunque il bagno dove viene collocata deve essere luminoso. Il suo verde vivace e lussureggiante è molto scenografico, perciò arreda in maniera allegra anche il bagno.

Il Filodendro va bagnato in maniera regolare e costante, non troppo e non troppo poco, altrimenti le foglie cadono.

 

Piante per il bagno assorbi umidità: POTHOS

© stock.adobe

 

Il Pothos è una pianta molto resistente che si allunga come le viti. Questa è una pianta perfetta per i bagni ciechi e per bagni luminosi, perché sa adattarsi a qualsiasi condizione di luce, anche se non predilige proprio quella diretta.


Se la sua crescita rallenta, basta tagliarla appena sopra una foglia e subito ricomincia ad allungarsi. Questa pianta è assai decorativa con le foglie a cascata che regalano un bellissimo effetto scenico. Il Pothos va innaffiato circa 3 volte a settimana a in estate; in inverno, invece, lo si può bagnare una volta a settimana.

 

Piante per il bagno assorbi umidità: SANSEVERIA

© stock.adobe

 

La Sansevieria è una di quelle piante che si allungano e risulta essere tra le più apprezzate e scenografiche. Purifica l’aria ed è facile coltivarla perché non necessita di molte cure. Ama la luce indiretta, teme il freddo ed il gelo. Va innaffiata di solito una volta al mese, quando il terriccio si secca.


Potrebbe piacerti: Piante da interno… 10 varietà che richiedono poca luce e facili da curare


 


Alessia Rocco
CONDIVIDI SU:


Segui ideadesigncasa.org su



Ti potrebbe interessare...