Menu Chiudi

La perferzione dell’imperfezione dello stile giapponese del Wabi Sabi

Arredare casa con stile giapponese wabi sabi: i nostri consigli
CONDIVIDI SU:


Spesso una filosofia o una dottrina di vita, finiscono per permeare ogni aspetto dell’esistenza di chi le abbraccia. È cosi il Wabi Sabi, che nasce come principio di benessere e stile di vita, si trasforma anche in uno stile d’arredamento. Scopriamo insieme di cosa si tratta con tante idee da copiare!

Il Wabi Sabi si basa su tre principi forti. Il primo è “nulla è perfetto“. Da qui l’esaltazione dell’imperfezione e  dell’irregolarità. Se dovessimo scegliere un’immagine rappresentativa del Wabi Sabi, opteremo per la celebre ciotola rotta e riassemblata dai cocci.

Secondo principio è “nulla è definitivo tutto è in movimento e subisce il trascorrere del tempo. È inutile quindi cercare di contrastarlo ma va accettato e valorizzato l’aspetto vissuto dei materiali e degli oggetti. Infine nulla dura per sempre! Vediamo allora come si traduce il Wabi Sabi nell’estetica e nell’arredamento!


La perfezione dell’imperfezione dello stile giapponese del Wabi Sabi

Come ogni concetto che ci arriva da altre popolazioni, la traduzione in italiano è  complicata proprio perché peculiare di quella civiltà. “Wabi” si può rendere come malinconico solitario mentre “Sabi” indica il rapido passare del tempo. Tradotto nel linguaggio dell’interior design diventa ” valorizziamo ciò che è imperfetto, vissuto e scalfito dal tempo”.

In parole semplici tutti i materiali esposti all’usura del tempo sono perfetti ed in linea con lo stile. Legno, argilla, ceramica, pietra sono i più utilizzati!

stile di arredo wabi sabi
© stock.adobe

 

Per i tessili sono da prediligere i tessuti naturali come lino e cotone.  La gamma cromatica comprende tutte le gradazioni del marrone e dell’ecrù oppure il bianco mai lucido o bianco ghiaccio.

© stock.adobe

 

Wabi sabi è il contrario dei fronzoli, dei merletti e degli orpelli.

Non solo è completamente all’opposto delle superfici lucide, cromate e a specchio.

Valorizza invece gli oggetti artigianali, fatti a mano, non in serie.

Visto su © Etsy

 


Le ammaccature, i nodi e le venature del legno sono i segni del tempo che passa e che secondo Wabi Sabi va accettato perché espressione della Natura mutevole ed inarrestabile.

Sì, quindi, alle piante d’appartamento, anche essiccate.

Questo stile può sembrare spartano, scarno oppure primitivo ma è in sintonia con modo di pensare, una filosofia di vita che abbraccia più ambiti dell’esistenza fra cui l’abitare


© stock.adobe

 

La perfezione dell’imperfezione dello stile giapponese del Wabi Sabi si può ottenere anche in ambienti cittadini e glamour grazie ai nostri consigli.


Guarda anche:

Bagno orientale: 15 idee per arredare un bagno stile orientale

CONDIVIDI SU:


Segui ideadesigncasa.org su



Ti potrebbe interessare...