Menu Chiudi

La Mandevilla è la soluzione per chi cerca una rampicante dai grandi fiori spettacolari

La Mandevilla è la soluzione per chi cerca una rampicante dai grandi fiori spettacolari
CONDIVIDI SU:

Molti la confondono con la Dipladenia ma in realtà ha fiori e foglie più grandi e spettacolari. Stiamo parlando della Mandevilla. Scopriamo tutto ma proprio tutto su questa meravigliosa pianta rampicante!

La-Mandevilla-è-la-soluzione-per-chi-cerca-una-rampicante-dai-grandi-fiori-spettacolari
© adobe.stock

 

Mandevilla: una rampicante dai fiori spettacolari

La Mandevilla è una pianta con fiori grandi ed appariscenti. Questi hanno corolle a campana con il colore che va schiarendo scendendo via via nella gola del fiore fino al centro di color giallo. Solitamente hanno cinque petali sovrapposti nei lati in modo da formare il tipico imbuto della corolla.

Si differenzia dalla Dipladenia anche per le foglie,  più  grandi e con venature marcate. Infine anche l’altezza che può raggiungere è diversa: 2 metri per Dipladenia, fino a 5 m per la Mandevilla.

Vediamo allora come si cura; quanto si deve annaffiare e cosa teme la Mandevilla.



 

Descrizione del fiore

La Mandevilla può avere fiori che vanno dal delicatissimo panna fino coriaceo fucsia o rosso. Il rosa in realtà è il colore più frequente.  Questa pianta si definisce erroneamente rampicante perché non è dotata di quella specie di “ventose” che hanno le vere rampicanti. Cresce però  su appositi supporti come le spalliere, i reticolati o le pergole con una rapidità che vi lascerà sbalorditi.

Se occorre coprire velocemente una facciata o un muro un po’ scrostato la Mandevilla è perfetta! Si potrebbe anche piantare nelle balconette come ricadente ma lo sviluppo in altezza darà sicuramente molta soddisfazione.

Visto su © Amazon

 

Qual è il terreno migliore per la Mandevilla?

La Mandevilla può crescere in grandi fioriere o in terra piena. Il substrato consigliato è composto da terriccio universale e un po’ di torba con l’aggiunta di un po’ di sabbia per dare la giusta aerazione alle radici.

 

Attenzione: non tutti i climi sono adatti !

Essendo una pianta originaria dell’America Latina, teme il freddo. Se quindi si abita nelle regioni del Nord andrà coperta fin dai primi freddi!

Quindi se abitiamo in una zona dove non si scende sotto lo zero termico, possiamo farla rampicare, altrimenti meglio coltivarla in vaso in modo da portarla all’interno.

 

Ogni quanto si annaffia questa pianta e altre cure

La Mandevilla da aprile ad ottobre richiede annaffiature regolari senza esagerare perché le radici soffrono il ristagno idrico. Utilizziamo invece del concime liquido a base di azoto, fosforo e potassio per aumentarne il vigore. Il riposo vegetativo dura da ottobre a febbraio e in questo periodo non occorre quasi bagnarle.

© adobe.stock

 

Dove posizionzare la pianta e principali parassiti

Questa pianta predilige esser collocata in posizione soleggiata ma non laddove ci sia il sole cocente del mezzogiorno.

La Mandevilla può esser “vittima” di afidi e cocciniglia pertanto vi consigliamo di leggere il nostro articolo sul Marsaglio, il rimedio naturale contro i pidocchi delle piante.


 

La Mandevilla è la soluzione per chi cerca una rampicante dai grandi fiori spettacolari con crescita record che necessita di ben poche cure.


Guarda anche:  Come coltivare la Lewisia, questa bellissima pianta grassa dai fiori molto particolari

CONDIVIDI SU:

Segui ideadesigncasa.org su


Ti potrebbe piacere:

Idee da non perdere...