Menu Chiudi

Come sgrassare il filtro della cappa? ecco alcuni consigli efficaci su come fare

Come sgrassare il filtro della cappa.
CONDIVIDI SU:

Il filtro della cappa è una delle componenti da non trascurare in cucina ed è proprio qui che si annidano e proliferano germi e batteri. Come fare per farlo diventare pulitissimo? Ecco alcuni consigli per sgrassare e igienizzare il filtro della cappa.

 

Come sgrassare il filtro della cappa: individuarlo ed estrarlo

La prima cosa da fare per pulire il filtro della cappa accuratamente è rimuoverlo dal suo alloggio. Il filtro si trova sotto la cappa, ha forma quadrata o rettangolare ed è installato in un telaio dotato di un meccanismo variabile a seconda del modello della cappa.

In alcune sono presenti delle maniglie che puoi afferrare e far scorrere all’indietro per rimuovere il filtro, in altre potrebbe esserci un meccanismo da schiacciare per poterlo estrarre. Una volta rimosso il filtro puoi procedere alla pulizia.

 



Come pulire il filtro della cappa

Come sgrassare il filtro della cappa.
foto: © stock.adobe

 

Sgrassare il filtro della cappa è facile e puoi ottenere ottimi risultati utilizzando prodotti naturali. Puoi pulire i filtri con dell’acqua acqua tiepida e sapone neutro a mano, oppure puoi immergerli in una soluzione di acqua calda e bicarbonato.

Poiché esistono dei tipi di filtro diversi, come i filtri antigrasso e quelli ai carboni attivi, bisogna pulirli in un determinato modo. Ecco come fare:

 

  • Come pulire i filtri antigrasso

Presenti sia nelle cappe aspiranti che in quelle filtranti, i filtri antigrasso hanno il compito di aspirare il grasso della cottura, per cui bisogna pulirli spesso. Questa tipologia di filtri si può lavare in lavastoviglie in modo rapido ed efficiente, oppure con il lavaggio a mano, portando ad ebollizione una pentola piena d’acqua, in cui aggiungere due cucchiai di bicarbonato. Una volta sciolto, immergere i filtri antigrasso nell’acqua e lasciarli in ammollo per 1 ora. Trascorso il tempo, risciacquare e asciugare con cura prima di rimontarli. Anche l’aceto bianco è ottimo per pulire i filtri, basta diluirne 250 ml in una bacinella di acqua calda e immergerlo all’interno. Dopo un’ora prima strofinare, lavare e asciugare.

 

  • Come pulire i filtri ai carboni attivi

Installati solamente nelle cappe filtranti, i filtri ai carboni attivi rimettono in circolo l’aria che hanno purificato dallo sporco in quanto hanno un tubo di collegamento con l’esterno. Non tutti i filtri ai carboni attivi però possono essere lavati, alcuni vanno solo sostituiti, come quelli standard, che vanno cambiati in media ogni 4 o 6 mesi. Puoi invece lavare i filtri a carbone a lunga durata, fino a 5 o al massimo 8 volte, poi bisogna sostituirli. Anche questi possono essere lavati in lavastoviglie a 70°, oppure a mano con acqua calda.

 

Consigli per la pulizia dei filtri

foto: © stock.adobe

 

Il filtro della cappa da cucina va pulito almeno ogni tre mesi, oppure anche prima, soprattutto se si usa la cappa con molta frequenza. La pulizia periodica è fondamentale per asportare il grasso e lo sporco e favorire l’aspirazione di quello che si forma successivamente.

Anche la cappa va comunque pulita con frequenza, utilizzando una soluzione di acqua e aceto bianco in parti uguali, da mettere in un flacone spray e spruzzare sulla superficie per rimuovere grasso e sporco.

 

 Guarda anche > La lavastoviglie è davvero pulita? Scopriamo come si nasconde lo sporco

CONDIVIDI SU:

Segui ideadesigncasa.org su


Ti potrebbe piacere:

Idee da non perdere...