Menu Chiudi

Basilico, attenta a non raccoglierlo in questo modo altrimenti marcisce

Come raccogliere il basilico per non farlo marcire.
CONDIVIDI SU:

Il basilico è fra le piante aromatiche più coltivate in assoluto, è molto apprezzato per il suo profumo e per il sapore speciale che conferisce alle pietanze. Ideale da coltivare in vaso, sul balcone o sul davanzale della cucina, averlo a portata di mano è indispensabile, ma bisogna fare attenzione a come raccoglierlo per evitare che marcisca.

 

Come raccogliere il basilico per non farlo marcire

Come raccogliere il basilico per non farlo marcire.
foto: © stock.adobe

 

Piacevole per il suo profumo inebriante, il basilico è immancabile nelle coltivazioni estive e sono in tanti a tenerlo proprio sul davanzale della finestra, in cucina, per poterlo raccogliere fresco quando serve.

Condire salse e insalate con questa preziosa erba aromatica dona loro tutto un altro gusto e sapore, ma come raccoglierlo senza causare il marciume radicale? Per mantenere la pianta in tutta la sua bellezza e incoraggiarne la crescita, le foglie vanno raccolte dall’alto e ogni volta occorre lasciare una sezione di foglie rimanente.



Per avere sempre belle foglie a disposizione bisogna fare in modo che il basilico non fiorisca. Ecco perché occorre eliminare la parte superiore in cui si forma il fiore. Per evitare che si formino dei fiori, è consigliabile recidere l’infiorescenza quando questa si forma. In questo modo la pianta di basilico produrrà più rami e foglie.

 

Suggerimenti per avere un basilico sempre rigoglioso

foto: © stock.adobe

 

Per avere una pianta di basilico il più possibile rigogliosa e mantenerla in salute ecco alcuni suggerimenti da osservare:

  • Si possono cominciare a raccogliere le foglie non appena la pianta avrà raggiunto la giusta altezza. Per eseguire un buon lavoro occorre staccare o tagliare con delicatezza le foglie e prelevarle da punti diversi per farla crescere più robusta e con un fogliame fitto.

 

  • Spesso si pensa che per non rovinare la pianta bisogna raccogliere le foglie più grandi e dare modo alle più piccole di crescere. Non è affatto così, e se le foglie vengono raccolte in basso la pianta  si indebolisce.

 

  • E’ possibile staccare le foglie dalla pianta di basilico con le mani oppure tagliarle con le forbici. Qualunque sia la soluzione scelta, è fondamentale prelevarle alla base e il più vicino possibile ai nodi degli steli, prestando attenzione a non sfilacciare i gambi. Se le foglie vengono raccolte in maniera corretta lo stelo si biforcherà e spunteranno nuovi germogli, favorendo la crescita rigogliosa della pianta.

 

  • La raccolta corretta delle foglie di basilico prevede di staccare le foglie (o i rametti) che si trovano in cima, così da impedire alla pianta di fiorire e di produrre semi. Nonostante i fiori sono commestibili, non permettono alle foglie nuove di crescere, perché tutto il nutrimento si concentra sulla produzione dei semi. Per questo è quindi necessario cimare spesso la pianta di basilico.

 

  • Per tagliare il basilico con le forbici è sufficiente recidere lo stelo con un’inclinazione di circa 45°. Il taglio obliquo non permette alla pioggia o all’acqua dell’innaffiatura di depositarsi per troppo tempo sul ramo tagliato, evitando così attacchi dei parassiti, infezioni e malattie.

 

Guarda ancheCome coltivare il basilico dal seme? Ecco i semplici trucchi per farlo crescere

CONDIVIDI SU:

Segui ideadesigncasa.org su


Ti potrebbe piacere:

Idee da non perdere...