Menu Chiudi
Posted in Piante e fiori

Scopriamo il ficus benjamina, una delle più belle piante ornamentali da interni

Ficus benjamina pianta ornamentale per interni.
CONDIVIDI SU:

Tra le piante sempreverdi che riescono a crescere bene anche al chiuso, c’è il ficus. Appartenente alla famiglia delle Moracee, è originario delle zone tropicali. Scopriamo il ficus benjamina, una delle piante tropicali ornamentali da interni più belle da inserire nel nostro appartamento.

 

Ficus benjamina: le caratteristiche di questa bellissima pianta

Del ficus benjamina fanno parte diverse specie di alberi, piante rampicanti e a foglie caducee. Per questo motivo troverete facilmente la varietà più adatta al vostro appartamento, anche in base al punto in cui volete collocare la pianta.


I siconi, delle infiorescenze che contengono dei fiori unisessuali, sono la caratteristica che accomuna tutte le specie del gruppo. Inoltre, una particolarità del ficus è che produce una sostanza liquida irritante per occhi e pelle.

Scopriamo il ficus benjamina, una delle piante ornamentali da interni più belle
© stock.adobe

 

Caratteristiche della bella pianta tropicale ficus benjamina

Come anticipato sopra, a seconda della varietà, questa pianta ornamentale può cambiare notevolmente nell’aspetto e raggiungere fino a 30 metri di altezza. La specie che si coltiva in appartamento, però, ha un’altezza massima di circa 3-4 metri.

Le foglie sono di forma ovale e colore verde e hanno un aspetto lucido e sono particolarmente sensibili ai cambiamenti di luce e temperatura. La varietà di ficus con foglie striate di bianco, produce anche dei fiori durante la stagione calda.

© stock.adobe

 

Dove posizionarlo in un appartamento?

Questa pianta ornamentale non necessita di particolari e frequenti cure e spesso viene scelta proprio da chi non riesce a dedicare molto tempo alle operazioni di giardinaggio.

Individuare la collocazione giusta, però, è fondamentale per far sì che cresca sana e bella. Poiché questa pianta ama le temperature medio alte, durante la stagione invernale è importante metterla al riparo da correnti fredde. Inoltre, sebbene abbia bisogno di luce, non deve essere esposta direttamente ai raggi solari, che la danneggerebbero ingiallendo le foglie.

© stock.adobe

 

Come curare il ficus benjamina?

Per favorire una crescita ottimale, il terreno in cui piantare il ficus deve essere composto da letame maturo, foglie decomposte e terriccio d’erica. Una concimazione al mese con fertilizzante liquido è sufficiente.

Si tratta di una pianta che predilige ambienti umidi e durante la stagione estiva e secca va innaffiata con frequenza. Un’altra accortezza, in questo periodo, è quella di inumidire leggermente anche la superficie delle foglie con un panno.

© stock.adobe

 

Altri accorgimenti per mantenere al meglio il ficus benjamina a casa


A seguito delle irrigazioni, si deve fare attenzione a non creare ristagni d’acqua perché le radici marciscono con facilità.

È importante potare regolarmente la pianta verso la fine dell’estate, con delle cesoie, per favorire l’ingresso della luce tra i rami e le foglie. Si dovranno, quindi, rimuovere i rami morti che non producono foglie ed eventuali foglie ingiallite e rovinate.

In fine, di tanto in tanto è opportuno controllare che non vi siano ragnetti e parassiti sulla pianta.

© stock.adobe

Guarda anche: alla scoperta di questa misteriosa pianta ornamentale che vive senza acqua né terra

CONDIVIDI SU:


Segui ideadesigncasa.org su