Menu Chiudi

Giardino di erbe aromatiche? Ecco cosa c’è da sapere per farne uno bellissimo

Giardino di erbe aromatiche.
CONDIVIDI SU:

Oltre a essere molto utilizzate in cucina, le erbe aromatiche possono offrire al giardino un incredibile tocco di bellezza e vivacità. Perché non coltivarle?

 

Perché coltivare erbe aromatiche?

Un giardino senza erbe aromatiche è un giardino spoglio. Non solo vengono utilizzate ampiamente in cucina, ma hanno foglie e fiori bellissimi, molti dei quali attraggono le api.

Coltivare erbe aromatiche dai semi significa risparmiare l’acquisto delle piantine già pronte che vengono vendute dai negozi di giardinaggio e dai supermercati oppure delle confezioni in vetro e in busta delle erbe aromatiche macinate ed essiccate.



Potete dedicare una parte del vostro giardino per la coltivazione di queste erbe. Se, invece, lo spazio è limitato, potreste utilizzare un’aiuola rialzata, una fioriera o dei vasi per coltivarle.

 

Come coltivare erbe aromatiche in giardino

Prima di coltivare le erbe aromatiche, bisogna verificare se in giardino è presente lo spazio sufficiente. Come detto in precedenza, in assenza di spazio, optate per vasi, fioriere o aiuole rialzate. Invece, se lo spazio sufficiente c’è, di seguito troverete tutti i consigli utili per iniziare.

 

Scegliete il posto

La maggior parte delle erbe aromatiche cresce in un luogo riparato e soleggiato. Alcune, invece, hanno bisogno di ombra. Quindi, selezionate le porzioni di terreno per andare incontro alle diverse esigenze delle erbe aromatiche.

Giardino di erbe aromatiche.

 

Scegliete le erbe

Potete raggruppare le erbe in base alle loro esigenze di crescita. Invece, per una facile coltivazione, potete raggruppare insieme quelle che hanno requisiti simili. Di seguito, le caratteristiche delle erbe aromatiche:

  • Erbe mediterranee: in questa categoria sono presenti rosmarino, salvia, timo e origano. Hanno bisogno di molto sole e di un terreno leggero e ben drenato. Se state facendo giardinaggio su argilla pesante, dovrete aggiungere molta materia organica e sabbia per orticoltura per allentarlo.
  • Erbe annuali e biennali: a questa categoria appartengono basilico, prezzemolo, coriandolo, aneto e portulaca. Queste erbe preferiscono un terreno più ricco e umido. Siccome crescono velocemente, dovete trattarle come fareste con le insalate, seminando poco e spesso per ottenere un raccolto frequente.
  • Amanti dell’ombra: tra queste erbe troviamo cerfoglio, aneto e prezzemolo, che amano particolarmente l’ombra, ma il sole non gli fa male.
  • Erbe invasive: alcune erbe, come la menta e la melissa, hanno la tendenza a diffondersi se coltivate nel terreno. Date loro un’area dedicata in cui spargersi liberamente senza mescolarsi con altre erbe, oppure coltivatele in grandi vasi.
  • Erbe perenni delicate: basilico blu africano, verbena e citronella non sono resistenti, quindi andrebbero coltivate in vasi in modo che possiate metterle al ripario durante la stagione fredda.

 

Come piantare le erbe

La maggior parte delle erbe aromatiche ha bisogno di un terreno ben drenato. Se il vostro è argilloso, dovrete alleggerirlo con un po’ di compost ben decomposto e sabbia per orticoltura nelle aree in cui volete coltivare erbe mediterranee.

Se, invece, volete coltivare le erbe aromatiche in un’aiuola rialzata, riempitela con terriccio a grana fine. Per la coltivazione in vaso, vi conviene mettere alcuni cocci sul fondo e usare un buon compost multiuso senza torba, con un po’ di sabbia fine o perlite per ottenere un drenaggio extra.

Posizionate le piante prima di piantarle: questo vi consente di verificare che la posizione scelta sia quella corretta. Cercate l’eventuale altezza e diffusione di ogni erba, in modo da darle abbastanza spazio per crescere. Piantate alla stessa profondità e annaffiate bene.

foto: © stock.adobe


 

Guarda anche: La fioriera verticale con erbe aromatiche fai da te: bellissima e semplice da realizzare con i pallet

CONDIVIDI SU:

RITROVACI SUI SOCIAL


Ti potrebbe piacere:







Idee da non perdere...