Menu Chiudi

Ecco 5 piante da appartamento che richiedono poca acqua: ispiratevi

Piante che richiedono poca acqua.
CONDIVIDI SU:


Chi vive in un appartamento, può comunque essere circondato da piante e creare così un angolino naturale. Tuttavia, se siete spesso fuori casa per lavoro oppure pensate di non poter dedicare abbastanza tempo alla loro cura, sarebbe meglio orientarvi verso delle specie più facile da gestire. Ecco che abbiamo selezionato per voi ben 5 piante da appartamento che richiedono pochi sforzi e poca acqua per vivere bene.

Le piante, specie se si vive in appartamento, contribuiscono a rendere la casa un luogo più caldo e accogliente. Ricavate il vostro angolino verde in cui poter trascorrere il tempo all’insegna del relax, scegliendo esemplari facili da gestire e che non necessitano di troppe cure.


In questo modo, anche se siete soliti trascorrere molto tempo fuori casa, non sarà un problema. Curiosi di conoscere quelle che richiedono poca acqua? Continuate la lettura per scoprire le 5 piante che abbiamo selezionato per voi.

 

Ecco 5 piante da appartamento che richiedono poca acqua: Pothos

piante da appartamento che richiedono poca acqua
© stock.adobe

 

I pathos si contraddistinguono per il loro bel aspetto e per le loro grandi e verdi foglie che ricordano la forma di un cuore. Hanno la capacità di vivere per un lungo periodo di siccità anche in ambienti con un clima caldo, secco, senza umidità ed anche in stanze buie e polverose. La loro struttura rampicante permette loro di crescere utilizzando diversi tipi di supporti. Ecco perché potreste usarle per decorare stipiti di porte oppure lasciarle scivolare liberamente da una mensola.

La pianta non ama l’esposizione diretta alla luce del sole, ecco perché vi consigliamo di non posizionarla in luoghi troppo luminosi. Nonostante, come abbiamo appena detto, non necessita di molta acqua, non possiamo dimenticare di annaffiarla, soprattutto in estate. Inoltre, non dovete neanche dimenticare di controllare che il terreno non sia troppo asciutto. Basterà farlo almeno una volta alla settimana.

I sottovasi serviranno solo durante la primavera e l’estate, da evitare l’eccessivo ristagno idrico.

 

Beaucarnea recurvata

© stock.adobe

 

Chiamata anche con il nome di “Pianta Mangiafumo”, questa pianta, contrariamente a ciò che si pensa, non ha la capacità di eliminare l’odore delle sigarette. Questo modo di chiamarla deriva dal fatto che è una delle poche in grado di sopravvivere agli incendi. Un altro modo in cui viene generalmente chiamata è “Piede d’elefante”, per via delle grandi dimensioni della base e del tronco.


Avendo origini africane, non tollera bene il freddo, quindi le temperature non dovranno mai scendere al di sotto dei 10 gradi. Inoltre, ha bisogno di ricevere molta luce solare durante tutto l’anno, ragion per cui sarebbe bene posizionarla al sole diretto.
Durante l’inverno non sarà necessario annaffiarla, tranne se il terreno diventa troppo asciutto o se le foglie perdono di vigore.

Con l’arrivo della primavera e, soprattutto, dell’estate potrete annaffiarla con più regolarità. Tuttavia è bene guardare lo stato del terreno per capire quando è necessario che riceva acqua.

 

Aloe vera

© stock.adobe

 


L’Aloe vera è una delle piante che più ama ricevere il sole. Vi suggeriamo dunque di posizionarla in un punto della casa, ideale sarebbe una finestra esposta a sud o ovest, in cui potrà riceverlo per almeno 8 o 10 ore al giorno.

Quando la mettete in vaso, assicuratevi che il terreno sia abbastanza drenante così da evitare i ristagni idrici. Si tratta di una pianta in grado di resistere per un lungo periodo senza acqua, non patendo la siccità.

Tuttavia, se passa troppo tempo senza essere annaffiata, noterete che le foglie cominceranno ad assottigliarsi e il gel di aloe al loro interno a ridursi.

 

Zamioculcas zamiifolia

© stock.adobe

 

Si tratta di una delle piante da appartamento più amate dal momento che è in grado di sopravvivere anche in luoghi in cui vi è una scarsa illuminazione, ma non completamente al buio. Inoltre, non ha assolutamente bisogno di molta acqua. Riesce perfettamente a vivere durante un lungo periodo di siccità ed, al contrario, è l’eccessiva quantità d’acqua a farla morire.

Una buona temperatura è quella che non scende mai al di sotto dei 15 gradi. Consigliamo di posizionarla in una stanza calda della casa, dal momento che può sopportare con facilità fino a 30 gradi. Evitate l’esposizione diretta al sole che rischierebbe di far asciugare il terreno e di conseguenza ciò farà si che dovrete annaffiarla più spesso.

Se lontana dai raggi del sole, non sarà necessario annaffiarla per diverse settimane in inverno e per molti giorni in estate. Per capire quando è necessario, vi basterà controllare con le mani lo stato del terreno, se si presenta troppo asciutto, un po’ d’acqua non guasterà.


 

Euphorbia milii

© stock.adobe

 

Chiamata anche con il nome di ”Spina di Cristo”, si tratta di una pianta grassa caratterizzata da una splendida fioritura. Non necessità di grandi quantità di acqua, a meno che non ci sia eccessivamente caldo e il clima sia asciutto. In questo caso sarà bene annaffiare il terriccio, se non si vuole che la pianta cominci a perdere le foglie e ad avere meno fiori.

Considerate che la sua temperatura ideale oscilla intorno ai 20 gradi e che non potrà scendere sotto ai 4 gradi in inverno. Posizionatela in un luogo luminoso e riponetela dentro un vaso con terreno ben drenato.

 

Ecco quindi 5 belle piante da tenere in appartamento per ricreare una zona naturale e di relax. Sono tutte facili da curare e non necessitano di un eccessivo quantitativo di acqua. Scegliete quella che preferite per la vostra casa.


Guarda anche:

3 bellissime piante perfette per un balcone all’ombra: ispiratevi


Piante perfette per un balcone all'ombra.

CONDIVIDI SU:


Segui ideadesigncasa.org su



Ti potrebbe interessare...