Menu Chiudi
Consigli

Come pulire e profumare i divani: ecco i trucchi da conoscere

lavare i divani

Lavare i divani e renderli puliti e profumati è un gioco da ragazzi e non servono per forza prodotti chimici per farlo. Bastano ingredienti semplici, di quelli che si hanno in casa, perfetti per non rovinare i sopra citati e importantissimi elementi d’arredo.

 

Come pulire e profumare i divani: trucchi da conoscere

I divani sono tra i mobili di casa che si sporcano più facilmente. Di solito è semplice pulirli se sono sfoderabili, perché basta mettere la copertura in lavatrice e il gioco è fatto. Per quanto riguarda quelli in pelle, invece, è sufficiente usare un panno umido per dare loro una rinfrescata. Ma quando si ha a che fare con i divani non sfoderabili, l’operazione diventa più difficile, perché bisogna ingegnarsi ad utilizzare qualcosa che li pulisca a fondo e li deodori senza danneggiarli.

Anziché adoperare prodotti chimici, si può optare per rimedi naturali per qualunque tipologia di divano, adoperando prodotti che si hanno in casa e che si utilizzano quotidianamente per altri scopi. In questo modo si evita di usare prodotti che possano minare l’ambiente o la salute degli abitanti di una casa. Vediamo insieme quali sono i metodi più accreditati, a seconda del tipo di divano che si possiede.

 

 

RITROVACI SU FACEBOOK > IdeaDesign Casa e Riciclo Creativo e Fai da Te

Pulire il divano in ecopelle

Per pulire questo tipo di divano è abbastanza semplice. Il rimedio “fai da te” migliore prevede l’utilizzo del sapone di Marsiglia, dell’acqua tiepida e di un panno morbido. Il sapone di Marsiglia va strofinato con un panno, inumidito con acqua tiepida, sul divano da pulire. Dopodiché, il divano va risciacquato con un panno pulito e sempre umido. Quando la pulitura si conclude, il divano deve asciugare lontano da fonti di calore, che potrebbero rovinare la pelle.

Il divano in eco pelle può essere pulito anche con il bicarbonato di sodio, l’aceto bianco e un pano in microfibra. Il bicarbonati va messo sulle macchie da eliminare e fatto agire per circa dieci minuti. Poi, va raccolto con l’aspirapolvere. Il panno in microfibra, inumidito in una soluzione di acqua e aceto bianco, va passato su tutto il divano; poi questo deve asciugare bene.


foto: © stock.adobe

 

Pulire il divano sfoderabile

Il divano sfoderabile è sicuramente molto più facile da pulire, perché la fodera può essere tolta e messa in lavatrice. Però, è opportuno che, prima di lavarla, sia spolverata bene, con l’aspirapolvere o con una spazzola . Prima di mettere la fodera in lavatrice, leggete bene le etichette che forniscono indicazioni sulle modalità di lavaggio della stoffa in questione. Le fodere spesso non sopportano le alte temperature. Il rischio, in questo caso, è quello di restringerle.

lavare i divani
foto: © stock.adobe

 

Pulire il divano non sfoderabile in tessuto

Il divano non sfoderabile in tessuto può essere pulito agevolmente con il vaporetto il quale, con la potenza del vapore, elimina la polvere in eccesso, togliendo lo sporco accumulatosi. Esiste però anche un altro rimedio naturale grazie al quale pulire efficacemente questo tipo di divano. Anche qui è necessario adoperare il sapone di Marsiglia, insieme ad un cucchiaino di bicarbonato di sodio, all’acqua tiepida e all’olio essenziale di limone. In una ciotola riempita con acqua tiepida, va esso il  sapone di Marsiglia, che si deve sciogliere; poi va aggiunto il bicarbonato. Il tutto va mescolato e poi va aggiunta qualche goccia di olio essenziale di limone, per deodorare a fondo il divano. Con un panno in microfibra, la miscela va passata sul divano fino a pulirlo e a profumarlo a fondo. Poi, il divano va lasciato asciugare .

foto: buzzfeed.com

 

Pulire il divano in velluto

Il divano in velluto va prima spolverato per bene con una spazzola, prima nel senso del pelo e poi del contropelo. Dopodiché, preparate una soluzione di aceto bianco e acqua tiepida, da passare sul divano con una spazzola a setole morbide. Sulle macchie più ostinate, si può versare qualche goccia di detersivo per i piatti. Poi, immergete un panno in questo composto e passatelo, ben strizzato, sopra il divano. Potete asciugare il divano usando un normale asciugacapelli tenendolo a distanza, per evitare che si formino degli aloni.

foto: © stock.adobe

 

La pulizia a secco

Se non si ha tempo di lavare i divani, una buona idea per mantenerli belli è la pulizia a secco. Come metterla in atto? Versando nell’acqua qualche goccia di tea tree oil, rimedio naturale dalla forte efficacia antibatterica, e inserendo il tutto in un contenitore spray. Si nebulizza la soluzione sulla superficie del divano e, come si suol dire, il gioco è fatto.



foto: © stock.adobe

 

I vantaggi del panno in microfibra

Dopo aver lavato i divani, per ottimizzare il risultato si può passare il panno in microfibra, soluzione vantaggiosa in quanto, per via della sua struttura, è in grado di attirare eventuali residui di sporco.

lavare i divani
foto: © stock.adobe

 

L’acqua perfetta per lavare il divano non sfoderabile

Tornando al divano non sfoderabile, ricordiamo che, quando lo si lava, è essenziale fare attenzione alla qualità dell’acqua. In questo caso, l’optimum prevede il fatto di concentrarsi su quella ozonizzata.


foto: © stock.adobe

 

 

Pulire e deodorare il divano è un’operazione semplice che si può effettuare con ingredienti naturali, economici e sicuri. Ogni materiale necessita di una pulizia diversa ma tute assicurano risultati soddisfacenti.

 

Guarda anche: Come pulire perfettamente tapparelle e persiane? I metodi più efficaci

Segui Ideadesign casa su


TI POTREBBE PIACERE
LE IDEE DA NON PERDERE...