La prima strada al grafene e plastica riciclata... 100% Made in Italy
Menu Chiudi

L’asfalto green: La prima strada al grafene e plastica riciclata 100% Made in Italy


Si trova a Roma la prima strada realizzata con il grafene e con la plastica riciclata. Si tratta della strada Provinciale Ardeatina che è stata oggetto della sperimentazione dell’Ecopave, un additivo dell’asfalto a base di grafene, che rende il manto stradale più resistente al passaggio dei veicoli. Inoltre la strada diventa antismog, antighiaccio e anche più longevo in generale. La sperimentazione del grafene era avvenuta prima in laboratorio e solo successivamente, nell’ottobre del 2018 è stato provato su strada.  Una tecnologia innovativa che promette successi non indifferenti.

 


La prima strada la grafene e plastica riciclata

Sulla strada Provinciale Ardeatina, non solo Ecopvae con grafene ma anche il 40 % di asfalto fresato riciclato, preso dalla vecchia pavimentazione, è stato utilizzato per asfaltare un chilometro, primo esempio al mondo. L’uso dell’asfalto riciclato ha evitato anche il processo chimico di smaltimento dei vecchi materiali. Fino ad oggi, questa innovazione non solo ha mantenuto le promesse ma si sta pensando di esportarla all’estero. Iterchicima, creatrice di questo prodotto, infatti, in una nota, ha manifestato i risultati soddisfacenti ottenuti in termini di performance generale. Per tale ragione conta di realizzare delle strade anche in Oman, nel Regno Unito e negli Stati Uniti.

Un brevetto, dunque, tutto italiano, che Iterchimica, azienda che si occupa di tecnologie che migliorano le prestazioni dell’asfalto, ha depositato nel novembre del 2017. Tale progetto è incluso in quello di ricerca triennale Ecopave. Una sperimentazione che di certo si può ritenere eco sostenibile, perchè ha un impatto positivo sull’ambiente. Esso, infatti, combina le nuove tecnologie con il riciclo delle pavimentazioni originarie del manto stradale, riutilizzando dunque materiali già presenti sulla strada. Quest’ultima perciò, dura di più e la manutenzione è sempre più ridotta nel tempo. Anche il materiale da smaltire nel rifacimento delle nuove strade diminuirà drasticamente e queste, in futuro, potranno davvero essere riciclate al 100%.

Anche a  Milano arriva la strada la grafene

Questo nuovissimo materiale “super modificante”, fatto di plastica e grafene, arriva anche a Milano, dopo la sperimentazione di Roma. Nel mese di settembre  la Regione Lombardia ha rimesso a nuovo tre strati della pavimentazione del tratto Milano-Meda, verso Milano. La Regione stessa ha finanziato e sviluppato il progetto in accordo con l’Università degli Studi di Milano Bicocca e l’azienda Direct Plus che ha fornito il grafene. Anche a Milano ci si aspetta lo stesso risultato di successo di Roma, con un miglioramento notevole delle prestazioni stradali. Ciò che si vuole ottenere è l’aumento della resistenza e la diminuzione degli sbalzi termici che si verificano nei cambi di stagione. Anche in Lombardia, dunque, ci si attende una maggiore vita del manto stradale e un minore spreco delle risorse.


Nei prossimi mesi un laboratorio indipendente si preoccuperà di testare e controllare il nuovo asfalto al grafene, raccogliendo campioni ed effettuando analisi specifiche, attuando carotaggi e prove dinamiche per verificare che tutto proceda come nelle previsioni.

 

 

 




Ti potrebbe interessare


Guarda anche
Loading...