Menu Chiudi

Come eliminare in modo naturale i ragnetti rossi: ecco qualche idea

eliminare ragnetti rossi

Come eliminare in modo naturale i ragnetti rossi: ecco qualche idea


Nella bella stagione, quando l’aria si fa calda, ritornano all’arrembaggio i ragnetti rossi (Trombidium holosericeum). Superati i 20 gradi, questi piccoli animaletti escono fuori dai loro nascondigli e iniziano a farsi vedere sui muretti, negli orti, su davanzali delle finestre, sugli infissi. I ragnetti rossi non sono dannosi per l’essere umano ma infestano le piante, danneggiano gli ortaggi e le coltivazioni in generale. In realtà questi minuscoli ragni appartengono alla famiglia degli acari e solitamente evitano il contatto con le persone o con gli animali domestici. I ragnetti stanno spesso ubicati sulle ringhiere perché ricavano la loro energia vitale dai raggi solari, che accumulano durante l’estate, per poterne poi usufruirne nella stagione invernale. I ragnetti scompaiono quando le temperature diventano molto alte ma per tutto il corso della primavera possono diventare un vero problema. Schiacciarli non è consigliabile, non solo per motivi etici ma anche perchè la sostanza che ne fuoriesce, l’emolinfa, sembra quasi sangue ed è difficile da rimuovere dai tessuti e dalle superfici, come ad esempio le pareti.

Cercare di debellare i ragnetti utilizzando insetticidi o diserbanti è inutile. Dunque, meglio affidarsi a metodi naturali che non comportano l’utilizzo di sostanze chimiche e, di conseguenza, non siano dannosi per l’organismo umano e per l’ecosistema.


Vediamo insieme come si possono eliminare questi fastidiosi acari che infestano le nostre case e le piante.

 

Rimedi naturali per eliminare i ragnetti rossi

L’aglio

Di rimedi naturali utilissimi per eliminare il problema dei ragnetti rossi, ce ne sono tanti. Ci si affida spesso a metodi semplici, quelli che adoperavano le nostre mamme e le nonne prima di loro, adoperando ingredienti che ognuno può recuperare in casa. L’aglio è un’insetticida naturale, che debella cari e afidi. Procuratevi 20 grammi di aglio e divideteli in spicchi che verserete in una pentola con mezzo litro di acqua bollente Fate sobbollire acqua e aglio per un quarto d’ora e poi spegnete, fate raffreddare e filtrate il liquido. Dopodiché, spargetelo sulle piante, la sera, nebulizzandolo sulle foglie.

 

Il sapone di Marsiglia

Anche il sapone di Marsiglia è un valido aiuto contro il problema dei ragni rossi. Realizzare una soluzione a base di questo sapone. Vi basterà un cucchiaio di sapone da sciogliere n mezzo litro di acqua calda. Quando la soluzione si sarà raffreddata e il sapone è ormai sciolto completamente, potete versarlo nel nebulizzatore e spupazzare il liquido su piante e davanzali.


 

Argilla espansa

Ricoprite il fondo dei vasi delle vostre piante con dell’argilla espansa e poi riempiteli con del terriccio che trattiene umidità. I ragnetti rossi odiano l’umidità e difficilmente tornano con questo rimedio. Inoltre questa argilla fa in modo che la temperatura del terriccio sia ottimale, al di là del problema dei ragni rossi.

 

Olio essenziale di rosmarino

Per eliminare il ragni rossi da davanzali, balconi e piante utilizzate l’olio essenziale di rosmarino. Ne bastano poche gocce da sciogliere in uno spruzzino pieno di acqua. Agitate bene il liquido prima di spruzzare l’acqua aromatizzata sulle superfici sulle quali insiste il problema.


 

Soluzione a base di cipolle

Un rimedio naturale efficacissimo che elimina il problema senza danneggiare la salute delle persone e dell’ecosistema. La soluzione a base di cipolle si prepara facendo sobbollire quest’ultima, opportunamente sminuzzata ma non privata della buccia. Dopodichè, versate la soluzione raffreddatasi dentro un contenitore con lo spruzzino in modo da poterla nebulizzare sulle vostre piante o dovunque sia necessario.

 

Mix casalingo

Potete anche optare per un composto casalingo da realizzare con un cucchiaio di detersivo per i piatti unito ad uno di olio vegetale, entrambi versati in un litro d’acqua. Agitate la soluzione e spruzzatela sulle piante o sul pavimento. I ragnetti saranno finalmente debellati.

 

Olio di Neem

L’olio di Neem, olio vegetale che si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi di Azadirachta Indica, che appartiene alla famiglia delle Meliacee, è conosciuto per le sue molte applicazione e per essere un ottimo antiparassitario.  Il suo odore è piacevole ed è un rimedio efficacissimo contro molti insetti. Potete spruzzarlo direttamente laddove sia necessario.

 

Candeggina

Preparate una soluzione  costituita da 1 cucchiaio di candeggina unita a 4 litri d’acqua. La temperatura del liquido non deve superare i 35°. Poi spruzzatela dove i ragni proliferano.

 

Alcool e acqua

Un rimedio semplice, fatto solo di 9 parti d’acqua e 1 di acqua che elimina per sempre il problema dei ragnetti rossi senza danneggiare le piante; ovviamente va nebulizzata sulle foglie adoperando uno spruzzino.


 

Zolfo in polvere

Con lo zolfo in polvere attuate una lotta più intensa contro l’invasione dei ragnetti rossi. Lo zolfo allontana quest’acaro e va irrorato sulla superficie durante la sera con una  solforatrice. Non esagerate però, perchè se usato indiscriminatamente, lo zolfo può, col tempo, bruciare le foglie.

 

Predatori naturali

Per contrastare i ragni rossi, potete anche introdurre laddove sia necessario, alcuni insetti che dei ragnetti sono dei predatori naturale. Parliamo, ad esempio dell’acaro fitoseide, che non danneggia piante e colture.

 

Irrigazione e rimozione delle foglie

Per sconfiggere naturalmente e senza troppo sforzo i ragnetti rossi, aumentate l’innaffiatura delle piante, soprattutto nelle giornate più torride, perché l’umidità scoraggia il profilare di questi animaletti. Innaffiate la sera, quando cala il sole, così il terreno resta bagnato più a lungo e i ragnetti rossi scompaiono. Ovviamente, provvedete a rimuovere le foglie infestate, così da non incoraggiare l’infestazione della piante attigue a quelle già attaccate. Racchiudete le foglie colpite in un sacco oppure bruciatele, così da prevenire la sopraggiunta futura del parassita.


Guarda anche: Quali sono i migliori rimedi naturali contro le formiche, in casa e in giardino

Alessia Rocco
Mi chiamo Alessia Rocco, sono nata nel 1975 a Napoli e attualmente vive a Roma.
Sono laureata in Giurisprudenza, è nella vita faccio la web writer.
Con la Bertoni Editore ho pubblicato la raccolta di racconti “Ora o mai più, storie dalla A alla Z”, e il volume di liriche “La fantasia delle nuvole”.
Con “Il Papavero” Edizioni, ho pubblicato Oltre la cornice” raccolta di 14 racconti.
Sono oggi una delle autrici fisse del settimanale “Confidenze”.
Nel dicembre 2016 ho rappresentato, in teatro, il mio monologo “Soliloquio di un uomo qualunque”.
Ho una grande passione per il design e l’arredamento di cui mi occupo come web writer. Contattaci
Avatar
Ti potrebbe interessare...


Su Amazon...

Su Amazon...

Sempre più ispirazioni...